navigation
content

Importanti domande e risposte per i pensionati

Obbligo assicurativo ed esenzione dall’obbligo assicurativo

1) Sono un pensionato e sposto la mia residenza in uno stato dell’UE/AELS.  Perché devo continuare a essere assicurato presso una cassa malati Svizzera?

Nel passato in materia di obbligo assicurativo per la Svizzera vigeva il principio del luogo di domicilio. Dall’entrata in vigore degli accordi bilaterali l’obbligo assicurativo è determinato dal principio del luogo in cui è esercitata l’attività lavorativa. Il principio del luogo dell’attività lavorativa si rifà a una precedente attività lavorativa in base alla quale si riceve una pensione o rendita dell’assicurazione vecchiaia e superstiti (AVS), dell’assicurazione invalidità (AI), della previdenza professionale o dell’assicurazione infortuni. L’essere al beneficio di una di queste pensioni comporta (ancora) l’obbligo assicurativo in Svizzera.

 

2) Ho attualmente un’assicurazione privata con copertura mondiale. Una subordinazione all’assicurazione Svizzera, significherebbe un evidente deterioramento della mia copertare assicurativa attuale. Posso esentarmi dall’obbligo assicurativo in Svizzera?

L’Istituzione comune LAMal decide sull’esenzione dell’obbligo di assicurazione in Svizzera. Se ha un’assicurazione privata che offre prestazioni nettamente migliori di quelle garantite dall’assicurazione malattia LAMal, è possibile presentare domanda d’esenzione dall’obbligo assicurativo in Svizzera secondo l’articolo 2 cpv. 8 del regolamento sull’assicurazione malattia (OAMal). La domanda va presentata entro i tre mesi, dall’entrata in vigore dell’obbligo assicurativo. Alla richiesta è da allegare una conferma dell’assicurazione competente. Riceve l’esenzione solo se le prestazioni dell’assicurazione privata sono almeno equivalenti alle prestazioni previste dalla legge Svizzera.

 

3) Percepisco una pensione dalla Svizzera, tuttavia ricevo anche una pensione dal mio stato di residenza. Dove mi devo assicurare?

Il regolamento n 883/2004 della CE articolo 23 disciplina la subordinazione ad un assicuratore sanitario se si percepisce una pensione da diversi stati tra cui anche dallo Stato di residenza. In conformità a questa determinazione, ne deriva che ci si deve assicurare nello stato di residenza ottenendo anche una pensione dal medesimo Stato e l’ammontare delle due pensioni non è rilevante.

 

4) Anche se sono titolare di una pensione svizzera, ma ho anche un’attività lucrativa nel mio stato di residenza. Devo assicurarmi presso una cassa malati Svizzera?

Pensionati che esercitano un’attività lucrativa, sono soggetti all’obbligo assicurativo nel paese di occupazione. Sulla questione dell’obbligo assicurativo emerge il lavoro attivo alla percezione della pensione. In linea di principio vi è l’obbligo assicurativo nello stato di residenza, escludendo così la continuazione assicurativa presso una cassa malati Svizzera. In alcuni Stati, l’occupazione porta in età pensionabile solo a determinate condizioni all’obbligo assicurativo. V’invitiamo a informarvi nel proprio paese di residenza.

  

5) Che cosa succede se nonostante l’obbligo assicurativo, non mi assicuro presso una cassa malati Svizzera?

Un’assegnazione presso un assicuratore svizzero avviene tramite L’Istituzione comune LAMal. L’Istituzione comune LAMal assegna un assicuratore (articolo 18 cpv 2 della Legge federale sull’assicurazione malattia [LAMal]) ai pensionati e i loro familiari che abitano in uno stato dell’UE che non aderiscono in tempo.

   

6) Perché in alcuni singoli stati, i pensionati possono scegliere se assicurarsi in Svizzera o nello stato di residenza e in altri Stati no?

Ciò è dovuto ad accordi intergovernativi fra gli Stati partecipanti che sono registrati nell’Accordo sulla libera circolazione delle persone. La possibilità di scelta esiste per le persone residenti in Austria, Francia, Italia e Portogallo se forniscono prova della copertura, legale nello Stato di residenza. Usufruiscono anche di questa scelta, familiari senza attività lucrativa dei pensionati in Austria, Finlandia, Francia, Germania, Italia e Spagna.

    

7) Le abbiamo comunicato, che anche “ i membri familiari senza attività lavorativa” sono soggetti all’obbligo assicurativo in Svizzera. Che cosa significa questo?

La definizione di “membro familiare senza attività lavorativa” avviene da ciascuno Stato membro dell’UE. Vale la legislazione nazionale di ciascuno Stato. Altre informazioni sono disponibili presso l’assicurazione sanitaria nello stato di residenza o presso l’Istituzione comune LAMal.

   

8) Posso stipulare un’assicurazione complementare presso l’assicuratore svizzero?

No, attualmente l’assicuratore svizzero non ha l’autorizzazione a poter svolgere un’assicurazione complementare nei paesi dell’UE. Un’offerta di tale assicurazione non è consentita senza un’autorizzazione.

   

9) In un possibile rientro in Svizzera, continuo anche se solo di base, ad avere l’assicurazione, visto l’età avanzata, l’inserimento presso un’assicurazione complementare sia impossibile. Che possibilità ho?

Lasciando la Svizzera, a secondo l’offerta della cassa malati Svizzera, è possibile sospendere l’assicurazione complementare. Durante il periodo di sospensione si paga una piccola quota di premi. Al rientro in Svizzera l’assicurazione complementare sarà riattivata. Può rivolgersi anche presso la Soliswiss (Gutenbergstrasse 6, CH-3011 Bern, Telefono 0041 31 381 04 94, Fax 0041 31 381 60 28, E-Mail: info@soliswiss.ch, Internet: www.soliswiss.ch). Come Istituzione di pubblica utilità la Soliswiss cura gli interessi degli Svizzeri all’estero. Soliswiss valuta le varie possibilità assicurative, scegliendo così le più vantaggiose per i suoi membri.

   

10) Abito in Inghilterra, percepisco una pensione dalla Svizzera e inoltre dalla Germania. Durante 42 anni e 9 mesi ho versato i contributi, di cui 24 anni più della metà all’AVS svizzera. La pensione tedesca è superiore a quella dell’AVS. Dal mio stato di residenza non percepisco nessuna pensione. Dove mi devo assicurare?

In sostanza, le persone che percepiscono una pensione svizzera e che risiedono in uno Stato membro dell'UE devono avere una cassa malati Svizzera. Poiché percepisce anche una pensione tedesca, si deve dapprima controllare, dove era assicurato più tempo. Decisivo per l’assegnazione non è l’importo della pensione ma la durata assicurativa ossia il versamento dei contributi. Nel suo caso abbiamo costatato che predominano i contributi versati in Svizzera. Pertanto lei ha l’obbligo di assicurarsi in Svizzera.

   

11) Sono il titolare di una pensione svizzera e vivo in un paese dell'UE in cui vi è una scelta (Austria, Francia, Germania, Italia, Spagna e Portogallo). Voglio assicurarmi nel mio stato di residenza, e rievocare l'assicurazione sanitaria in Svizzera. Che cosa devo fare e cosa scadenze devo rispettare?

Per l'esercizio dell'opzione è osservato un periodo di tre mesi. Se il termine non è rispettato, la domanda può essere respinta. Unitamente alla domanda si deve inviare una copia della pensione disponibile, menzionando che si vuole essere assicurato nello Stato di residenza. Riceverà una "esenzione da assicurazione sanitaria obbligatoria in Svizzera". Con questa lettera può fare la richiesta per l’ammissione sanitaria nel proprio Stato di residenza. Un modello per una richiesta di esenzione può essere trovata qui: Pensionati Se si fa una richiesta di assicurazione sanitaria volontaria in Germania, è necessario il modulo E104 dall’assicurazione sanitaria. Con questa lettera, è possibile presentare una domanda per l'inclusione in un’assicurazione sanitaria pubblica in Germania.

Scelta dell’assicuratore

20) Presso quale cassa malati Svizzera posso assicurarmi, se vivo in uno stato dell’UE/AELS?

Sul sito dell'Ufficio federale della sanità si trova un elenco degli assicuratori-malattie. Quando si apre il documento appare nella lista delle assicurazioni malattia autorizzate nella colonna a destra del campo locale di attività, cui è possibile orientarsi. Altre informazioni su importo del premio.

    

21) Mi deve accettare qualsiasi cassa malati Svizzera? (vedi domanda 20)

Sì, indipendentemente dall’età e dallo stato di salute, esiste l’obbligo di registrazione. Nell’assicurazione obbligatoria vi sono riserve per malattie già esistenti, mentre in quella complementare (LFCA).

   

22) Mi posso assicurare anche presso l’Istituzione comune LAMal?

No, L’Istituzione comune LAMal non è una cassa malati. È l’ufficio di collegamento e l’aiuto reciproco per l’assicurazione sanitaria in Svizzera.

   

23) Viviamo in uno stato dell’UE. Anche mia moglie percepisce una pensione dalla Svizzera. Quando abitavamo in Svizzera, eravamo assicurati presso varie casse malati ciò vorremo mantenerlo. È possibile?

Fondamentalmente sì, perché l’assicurazione obbligatoria della moglie si evince dalla pensione svizzera. A condizione però che entrambi gli assicuratori sanitari operano nel vostro stato di residenza. (vedi domanda 20).

   

24) Mia moglie non lavora, non ha ancora raggiunto l’età pensionabile ufficiale dell’AVS e quindi percepisce una propria pensione. Quando abitavamo in Svizzera, eravamo assicurati presso varie casse malati ciò vorremo mantenerlo. È possibile?

Non è possibile. Ai sensi dell'articolo 4 della legge federale sull'assicurazione malattie (LAMal) i familiari residenti in un paese dell'UE non impiegati, devono essere assicurati dalla stessa assicurazione sanitaria come il titolare di una pensione.

  

25) Vorrei scegliere un assicuratore con un premio mensile basso. Questo comporta dei svantaggi? (ad es. la riduzione delle prestazioni?)

No, i servizi sono in conformità con le disposizioni del paese di residenza e sono quindi simili per tutti gli assicuratori sanitari. Inoltre, i premi sono approvati dall'autorità di vigilanza svizzera (Ufficio federale della sanità).

   

26) Quando e come posso cambiare la mia assicurazione sanitaria se non sono soddisfatto o se i premi mensili sono troppo alti?

Con il rilascio del nuovo premio (d’ogni volta al 1 ° gennaio), è possibile (cioè fino al 30 novembre) cambiare l'assicurazione sanitaria dando preavviso di un mese. Inoltre, è possibile annullare a metà anno, nel qual caso il bando per 31 marzo dovrà pervenire alla cassa malati. Decida al più presto la nuova cassa malati per sollecitare la norma di adesione. Una modifica della cassa malati in realtà ha solo effetto quando il nuovo assicuratore sanitario ha notificato alla precedente cassa malati la nuova iscrizione. Faccia nota di questo al nuovo assicuratore sanitario. Si consiglia di redigere l'avviso con lettera raccomandata. La disdetta, è recettizia il che significa che (giorno lavorativo) deve arrivare agli assicuratori sanitari in Svizzera entro l'ultimo giorno del mese.

   

27) Attualmente vivo in Svizzera e sono assicurato in Svizzera. Non appena raggiungerò l’età pensionabile per AVS, andrò a vivere in uno stato dell’UE. Purtroppo lì la mia assicurazione non è attiva dovendo così fare un cambiamento. Con la mia partenza all’estero, termina automaticamente la mia copertura sanitaria o devo disdirla? Se devo disdirla, che termine è da rispettare?

Una disdetta con motivazione è necessaria, tuttavia non deve essere rispettato nessun Termine.

Premi

30) il premio di mia moglie è compreso nel mio, o devo pagare un altro premio ?

Per ogni persona che è assicurata in Svizzera, deve essere pagato un premio a parte. Nel suo premio mensile non è incluso quello della moglie.

    

31) Notoriamente in Svizzera ci sono i premi d’assicurazione sanitaria fino a tre regioni premium ogni cantone. Nei paesi dell’UE è anche così? Io vivo in campagna e quindi si può presumere che i costi sono inferiori.

Anche se si è residenti in uno stato membro dell'UE /AELS sono possibili a seconda delle differenze di costo riferiti a tre regioni premium. Tuttavia, non tutte le assicurazioni fanno uso di esso. La lista dei premi è presso l’Istituzione comune LAMal o su www.priminfo.ch.

    

32) I premi delle singole assicurazioni attive in uno stato dell’UE sono diversi. Perché?

Come per le persone che vivono in Svizzera, il calcolo dei premi in base alle caratteristiche di rischio del portafoglio assicurato, i vari costi amministrativi degli assicuratori sanitari e gli obblighi di riserva. Questo porta a diversi livelli di premi.

   

33) I premi delle assicurazioni sono uniformi, indipendentemente dallo Stato in cui vivo?

No, i premi sono impostati singolarmente per ogni Stato dell’UE o regione.

   

34) il mio premio è così alto a causa della mia età avanzata?

No, tutti gli adulti dal 26esimo anno, pagano presso la cassa malati lo stesso premio. Non ha nulla a che fare con l’età o lo stato di Salute.

    

35) Per quale durata è fissato l’importo del premio?

I premi contenuti nella lista sono validi fino alla fine dell'anno civile.

   

36) In Svizzera pagavo i premi mensilmente. Questo è lo stesso?

Sì, ma la fatturazione può essere fatta senza il proprio consenso trimestralmente (articolo 92 del regolamento Ordinanza sull’assicurazione malattie [OAMal]). Inoltre, il premio può essere addebitato in franchi svizzeri o in euro.

   

37) I premi sono da pagare in anticipo?

La Legge non regola questa domanda. Decisive sono le normative della cassa malati. (di solito regolati in anticipo).

  

38) Devo pagare i premi in Svizzera o ogni cassa malati ha un conto nel mio paese di residenza?

A questo proposito, non vi è alcuna disposizione di legge. Voglia verificare con l’assicuratore egli comunicherà le informazioni richieste e il processo di pagamento.

  

39) In Svizzera, è possibile risparmiare i premi se si ha scelto una franchigia annuale selezionabile o assicurativa con limitata libertà di scelta (HMO, modello medico di famiglia, ecc.) Perché queste caratteristiche non sono elencati nella panoramica premio per il mio paese di residenza? La cassa malati non vuole offrirle o non può?

A causa delle disposizioni regolamentari non si possono stipulare franchigie annuali selezionabili o forme particolari d'assicurazione, con pensionati residenti in uno stato dell’UE.

  

40) Che cosa succede se non pago i premi?

Ciò è regolato dall’articolo 105e regolamento Ordinanza sull’assicurazione malattie (OAMal). Se un assicurato che vive in uno stato membro dell'UE, non paga i premi, l’assicuratore, deve ricordare quest’ultimo per iscritto e di evidenziare le conseguenze del mancato pagamento. In seguito l'assicuratore sanitario può differire il pagamento dei trattamenti fino a quando i premi scoperti saranno saldati. Contemporaneamente, l'assicuratore notifica Ente dell’aiuto reciproco presso la residenza dell’assicurato il ritardo delle prestazioni prorogate. Sono stati pagati i premi arretrati, l'assicuratore deve sostenere i costi per le prestazioni durante il periodo di differimento. Per la Germania si applica una regola diversa.

Riduzione dei premi

50) Ho difficoltà a sostenere le spese, inoltre ci sono anche i premi mensili.  Posso fare richiesta di una petizione al sussidio sociale del mio luogo di residenza o chi mi può aiutare?

La domanda al servizio sociale nel luogo di residenza è richiedibile in qualsiasi momento. Le facciamo nota anche la possibilità della riduzione dei premi, attraverso la Svizzera. In questo caso, è necessario presentare la domanda tramite l’ufficiale modulo di richiesta all’Istituzione comune LAMal. Il modulo è disponibile presso l’Istituzione comune LAMal.

   

51) Devo richiedere la riduzione dei premi annualmente, finché vivo in modeste condizioni economiche o ricevo automaticamente una nuova richiesta?

La richiesta è da presentare annualmente tramite il modulo ufficiale di richiesta.

   

52) La riduzione dei premi mi è rimborsata direttamente?

No il pagamento sarà effettuato tramite L’Istituzione comune LAMal all’assicuratore il quale di conseguenza riduce i premi adeguatamente.

   

53) Ottenendo la riduzione dei premi, il mio premio è ridotto immediatamente oppure devo anticipare prima tutta la quota?

Innanzitutto deve anticipare la quota intera dei premi, ma solo fino a quanto non è fissata l’ammissibilità e l’importo del premio assicurativo.

   

54) In quale misura è ridotto il mio premio mensile? È come da un residente in Svizzera, con vari livelli di adesione 25, 50, 75 e 100%?

No, la riduzione dei premi è senza livelli. La riduzione trova applicazione, quando il premio medio attuale per anno è superiore al 6% del reddito (da considerare). Questo è determinato sulla base dell'applicazione, dove il potere d'acquisto è preso in considerazione nel calcolo nel paese di residenza. Si prega di notare che il reddito da pensione dai rispettivi membri è regolato per potere d'acquisto.

Prestazioni

a) Prestazioni nello Stato di residenza

60) cosa devo fare per ricevere le prestazioni mediche nel mio paese di residenza?

Per ricevere le prestazioni mediche nel paese di residenza si ha bisogno dell’attestato S1 rispettivamente il modulo E121, che è rilasciato dall’assicurazione sanitaria Svizzera. Si deve poi presentare l’attestato o il modulo alla cassa malata nel paese di residenza. Quest’ultima la registra nell’ambito dell’aiuto reciproco.

   

61) L’assistenza sanitaria si basa sulle norme del mio Stato di residenza o di quelle della Svizzera?

Il livello di prestazioni si basa sempre sulla legge assicurativa dello Stato di residenza. Il diritto alle prestazioni è quindi concepito come sei si fosse assicurato in quello Stato. Ciò include anche il pagamento delle partecipazioni ai costi.

   

62) Devo anticipare il pagamento delle fatture, o vanno direttamente alla mia cassa malati?

Dipende dalle normative dello Stato di residenza. In molti casi, i costi dei trattamenti sono fatturati direttamente all’aiuto reciproco, in alcuni casi invece i costi li deve anticipare l’assistito che potrà poi richiedere il rimborso delle spese. È meglio informarsi presso gli assicuratori sul posto.

    

b) Prestazioni in Svizzera

63) Visito regolarmente parenti o amici in Svizzera. Che cosa succede se mi ammalo o ho un incidente lì? Che cosa devo considerare prima della partenza? E se mi reco, esplicitamente per un trattamento in Svizzera?

Persone assicurate in Svizzera con residenza in uno stato membro dell’UE durante il loro soggiorno in Svizzera, hanno diritto illimitato di prestazioni ai sensi della LAMal. Sono prese a carico anche prestazioni programmate. I costi per trattamenti sanitari sono presi a carico direttamente dal competente assicuratore.

    

64) Le prestazioni della cassa malati nel mio Stato di residenza sono modeste. Vorrei usufruire dei trattamenti in Svizzera. Posso recarmi per fini di trattamenti in Svizzera? 

Vedi risposta alla domanda 63.

    

c) Prestazioni in un altro Stato dell’UE a quello di residenza

 65) Che cosa succede se mi trattengo come turista in uno stato dell’UE e ho urgentemente bisogno di un trattamento sanitario?

Per avere diritto alle prestazioni in natura, voglia utilizzare la tessera sanitaria europea o il certificato provvisorio rilasciato dall’assicurazione sanitaria Svizzera. Le prestazioni spettano di diritto e sono prese a carico dall’aiuto reciproco dello Stato UE in cui si soggiorna come turista. Le prestazioni sono sempre prese a carico in base alla legge assicurativa dello Stato di soggiorno. Il diritto alle prestazioni è quindi concepito come se si fosse assicurati in quello Stato.

    

d) Prestazioni in uno Stato terzo

66) Che cosa succede se mi trattengo come turista in uno Stato terzo ( vuol dire non in uno Stato dell’UE e ne Svizzera, ad esempio negli Stati Uniti, Canada) e ho urgentemente bisogno di un trattamento sanitario?

In tal caso non si applica l’accordo sulla libera circolazione delle persone, essendo limitato solo ai paesi dell’UE e la Svizzera. Poiché è assicurato in Svizzera, vale la Legge assicurativa Svizzera. L’assicurazione si assume i costi per trattamenti erogati nell’emergenza in uno Stato terzo, secondo regolamento dell’articolo 34 paragrafo 2, risp. 4. Si tratta di un’emergenza quando, durante il soggiorno temporaneo all’estero si necessità di prestazioni sanitarie e un rientro nel proprio paese di residenza non è appropriato. Non si tratta di un’emergenza se ci si reca ai fini di un trattamento all’estero. La fattura è da pagare di tasca propria. Poi dovrà presentare la fattura originale all’assicurazione malattia per il rimborso. L’assicurazione potrà rimborsare fino al doppio dell’importo dei costi che sarebbero rimborsati in Svizzera. Per evitare costi elevati non coperti, si consiglia di stipulare un’assicurazione viaggi. Questa si assume i costi- a seconda del modello contrattuale, il costo per il trasporto di ritorno in Svizzera, tutte le spese aggiuntive sostenute per cure mediche, costi supplementari per il trattamento desiderato nel reparto semi privato o privato in ospedale.

Partecipazione ai costi

70) Quale partecipazione ai costi devo pagare per trattamenti nel mio Stato di residenza?

Questo dipende dalla legge in vigore nello Stato di residenza o soggiorno. Vedi anche domanda 61.

   

71) Quale partecipazione ai costi devo pagare per trattamenti in Svizzera?

Se si è assicurati in Svizzera, si pagano i trattamenti erogati in Svizzera l’annuale partecipazione ai costi (franchigia annua CHF 300 e un’aliquota del 10% dei costi annuali deducibili in eccesso). Per degenza in ospedale o degenza riabilitativa c’è una tassa ospedaliera oltre la partecipazione ai costi di CHF 15 al giorno per tutti gli adulti dai 19 anni.

    

72) Che cosa succede se non pago la partecipazione ai costi della mia assicurazione sanitaria Svizzera?

Questa è disciplinata dall’articolo 105 m del regolamento sull’Ordinanza assicurazione malattie (OAMal).  Se un assicurato che vive in uno Stato membro dell’UE non paga i costi per trattamenti cagionati in Svizzera, l’assicuratore può richiamare per iscritto ed evidenziare le conseguenze per il mancato pagamento. Dopodiché l’assicuratore può differire il pagamento delle prestazioni, fino  a quando non sono stati pagati i costi scoperti. Contemporaneamente, l’assicuratore avverte il competente aiuto reciproco nel luogo di residenza, il differimento delle prestazioni. Se le partecipazioni ai costi scoperti sono state interamente pagate, l’assicuratore deve pagare i costi per i trattamenti durante il differimento delle prestazioni. (Eccezione: Germania)

Via legali

80) Che cosa devo fare se non concordo la decisione presa dall’aiuto reciproco nel mio Stato di residenza?

Fondamentalmente si applica il diritto di ricorso dello Stato di residenza. Su una decisione presa dell’aiuto reciproco nello Stato di residenza con la quale non si concorda, può fare richiesta di rivendicazione chiedendo un appellabile. La procedura è fatta secondo i rimedi ivi stabilite. Se questi rimedi non sono presenti, l’aiuto reciproco è chiamato a decretare nuovamente la sentenza per via legale (purché la legge dello Stato di residenza lo preveda).

   

81) Che cosa devo fare se non concordo una decisione presa dall’Istituzione comune LAMal?

Può sollevare obiezione, contro il dispositivo dell’Istituzione comune LAMal fondato sulla base dell’articolo 18 paragrafo 2 bis, 2° e 2 quinquies LAMal (esenzione dell’assicurazione obbligatoria, assegnazione per l’assicuratore, decisioni relative alla riduzione dei premi). Può presentare ricorso contro le decisioni presso il Tribunale amministrativo federale, casella postale, 3000 Berna 14. Se il ricorso è respinto, i costi sono a proprio carico. Le decisioni del Tribunale amministrativo federale possono essere impugnate a un tribunale amministrativo di ricorso al Tribunale federale di Losanna (articolo 90 bis della legge federale sull'assicurazione malattie [LAMal]).L’Istituzione comune LAMal la mette al corrente sul ricorso e tutela.

   

82) Che cosa devo considerare nella stesura della denuncia? 

Notasi, che il ricorso deve contenere una richiesta legale (cosa voglio?) una sintesi dei fatti (come ho preso questa decisione?) e una giustificazione (perché quanto menzionato e applicabile per me e non la decisione impugnata?). Si consiglia, di consegnare l'atto di ricorso e gli allegati sempre in una doppia, con una copia delle decisioni contestati al competente ufficio per posta raccomandata.

   

83) Dove mi posso rivolgere se non concordo la decisione presa dall’Istituzione comune LAMa, ma non voglio fare una denuncia?

Gli assicuratori svizzeri hanno stabilito la fondazione indipendente "Ombudsman dell'assicurazione sanitaria sociale". Riceve una consulenza legale a titolo gratuito:

   

 Ombudsman dell'assicurazione malattie  
 Morgartenstrasse 9  
 CH-6003 Lucerna  
 Telefono tedesco: +41 (0)41 226 10 10  
 Telefono francese:  +41 (0)41 226 10 11
 Telefono italiano:  +41 (0)41 226 10 12
 Fax:  +41 (0)41 226 10 13
 E-Mail:  info@om-kv.ch
 Internet: https:// secure.om-kv.ch

 

 

 

 

torna su